TAMBURELLO

Il gioco: nel tamburello non esiste il passaggio, ogni squadra deve rimandare la palla nel campo avversario con un unico colpo, che può essere effettuato al volo, oppure dopo un rimbalzo. Il punteggio è espresso in giochi, composti da 4 punti: 15-30-40-gioco; sul 40-40 chi fa punto conquista il gioco. La squadra in battuta mantiene il servizio per l’intero gioco.

Giocatori e ruoli: ogni squadra è composta da 5 è composta da 5 giocatori:
– i terzini giocano vicino alla linea di metà campo e solitamente colpiscono la pallina al volo;
– il battitore ed il rimettitore stanno a fondo campo ed hanno il compito di rimandare la pallina scavalcando terzini e centrocampista avversari, possibilmente colpendo la palla dopo un rimbalzo;
– il centrocampista ha un doppio ruolo: quando rimane centrale attacca con forza, mentre quando copre un terzino gioca spesso cercando di eludere i terzini avversari.

Tattica: i giocatori più coinvolti sono solitamente quelli più arretrati; essi devono chiamare la palla a voce alta e con largo anticipo, per evitare confusione di competenze. A loro non è chiesto di essere decisivi, bensì di rimandare la palla in una zona di campo sicura e dalla quale gli avversari non abbiano facilità di contrattacco.
Se gli avversari sono bravi, i terzini vengono coinvolti meno frequentemente, ma i loro colpi sono più pericolosi, perché velocizzano il gioco e consentono un minor tempo di preparazione alla risposta della difesa.
GUARDA IL VIDEO DEL TAMBURELLO

Rotazione: ogni squadra ruota al termine del proprio turno di battuta, secondo la numerazione presentata nello schema qui sopra. Il terzino destro esce per far posto al nuovo entrato, che assume la posizione di battitore.

I commenti sono chiusi.